venerdì 11 agosto 2017

Esercito, operazione "Strade Sicure": 9 anni di impegno

Circa 7mila uomini e donne dell'Esercito impiegati per la sicurezza dei cittadini, per presidiare il territorio e i punti sensibili, in collaborazione con le Forze di Polizia. 

Un compito condotto ogni giorno, in modo costante, dal 4 agosto 2008. È questa la data di avvio dell'operazione "Strade Sicure". Un'operazione che, a 9 anni dalla sua nascita, ha portato a diversi risultati. 

Oltre all'effetto deterrenza, i soldati impegnati hanno contribuito ad oltre 15.500 arresti, al controllo di quasi 2.930.000 persone e al sequestro di più di 2,2 tonnellate di sostanze stupefacenti. Questi i numeri forniti dall'Esercito, intervenuto, dal 2008 ad oggi, sempre nell'ambito dell'operazione "Strade Sicure", nella "Terra dei fuochi", al Giubileo della Misericordia, nelle zone terremotate, al G7 di Taormina, all'Expo e ai principali eventi.

Un impegno che negli anni è cresciuto, passando dagli iniziali 3mila soldati agli attuali 7mila,  attualmente impiegati in 48 località in tutta Italia


Segui Convenzioni Istituzioni su Facebook: