martedì 21 novembre 2017

Stipendi Forze dell'Ordine: quali sono le differenze tra l'Italia e il resto d'Europa?

stipendi-forze-dell-ordine-convenzioni-istituzioni
Pochi giorni fa i sindacati delle Forze dell'Ordine italiane sono scesi in campo per discutere dei tanto attesi rinnovi dei contratti e dei possibili tagli ai bonus, insistendo a garantire loro un'adeguata retribuzione. Ma anche negli altri paesi europei le forze di polizia hanno lo stesso trattamento?
Le Forze dell’Ordine e le Forze Armate italiane sono tra le più apprezzate al mondo, sempre in prima linea nelle missioni estere e pronte ogni volta a dimostrare il loro valore in qualsiasi situazione. Nonostante la loro efficienza, però, secondo alcuni approfondimenti gli stipendi italiani sarebbero i più bassi tra quelli dei colleghi europei.
Con l'introduzione dei nuovi contratti, la proposta di una possibile "quattordicesima" e la richiesta di confermare il Bonus Sicurezza, i sindacati vorrebbero che tutti gli uomini e le donne in forze ricevessero uno stipendio adeguato alla delicatezza e all'importanza del loro incarico, per troppi anni sottovalutato.
Mettendo a confronto la retribuzione attuale indicativa di un allievo agente di Polizia con un suo collega europeo, la differenza è sostanziale. Un allievo agente italiano guadagna circa 800 euro al mese all'inizio della sua carriera, mentre in Austria, in Germania, in Francia o in Inghilterra lo stipendio iniziale si aggira tra il 1.600 euro e i 1.950 euro, senza contare gli scatti di anzianità molto più frequenti e regolari.  
Anche le agevolazioni e le convenzioni dedicate all'Esercito, ai Carabinieri e agli altri corpi sembra diventino sempre meno. 
ConvenzionIstituzioni si impegna costantemente ad offrire un valido servizio che consenta di risparmiare sulle spese quotidiane di tutta la famiglia.

Se sei un dipendente della Pubblica Amministrazione registrati sul portale www.convenzionistituzioni.it e scopri le convenzioni riservate a te. 


Segui Convenzioni Istituzioni su Facebook: