giovedì 28 dicembre 2017

Amaro regalo di Natale per i soldati inglesi in Afghanistan

natale-soldati-inglesi-afghanistan-convenzioni-istituzioni
Solo 500 sterline stanziate dal governo inglese per i 500 militari inglesi di stanza in Afghanistan come "ricompensa" natalizia, ovvero 1 sterlina a testa, sufficiente neanche per un caffè.

Non è bastato il discorso natalizio di incoraggiamento ed elogio del primo ministro britannico Theresa May a risollevare gli animi delle truppe britanniche in Afghanistan. A rovinare le festività è bastato ricevere il "premio" di Natale del governo inglese: una sola sterlina a testa, corrispondente a poco più di 1 euro. 
Il malumore è cresciuto ancora di più quando i colleghi americani hanno ricevuto i regali dagli Stati Uniti: si parla di otto alberi di Natale con decorazioni e tacchini e una copia del nuovo film di Star Wars uscito poche settimane fa. Un atteggiamento, quello americano, nettamente in contrasto con il tipo di incoraggiamento britannico. 
Gli Stati Uniti, si sa, investono molti soldi per i loro soldati, più di qualsiasi altro Paese al mondo, ma secondo un ufficiale inglese anche altri Stati più piccoli fanno molto di più per i loro militari al contrario del Regno Unito. 
In quell'ambiente supportare il morale dei soldati e delle truppe è fondamentale per non farli sentire abbandonati e dimenticati dal Paese che stanno proteggendo con la loro stessa vita: fortunatamente il calore di amici e parenti ha raggiunto i militari con pacchi e regali, aiutando a risollevare l'umore di tutto l'accampamento.


Segui Convenzioni Istituzioni su Facebook: