lunedì 26 marzo 2018

Attentato a Trèbes: il gendarme eroe Arnaud Beltrame non ce l'ha fatta

gendarme-attentato-trebes-francia
Durante il sequestro di venerdì scorso in un supermarket di Trèbes, nel sud della Francia, il tenente colonnello Arnaud Beltrame ha perso la vita compiendo un ultimo gesto eroico. Il marocchino Redouane Lakdim, che aveva rivendicato la propria appartenenza all’Isis, era barricato all'interno del supermercato con diversi ostaggi: dopo averne uccisi due ha chiesto la liberazione di Abdeslah Salam, unico sopravvissuto del commando che il 13 novembre 2015 compì gli attentati del Bataclan.
Il tenente colonnello Beltrame si era offerto per uno scambio degli ostaggi, riuscendo a portare in salvo molte persone sequestrate, ma poco dopo il terrorista ha ferito il gendarme colpendolo con un coltello e sparandogli due volte. Sentendo gli spari, le teste di cuoio francesi hanno fatto irruzione nel supermercato, uccidendo il sequestratore
Il gendarme, ferito gravemente, ha perso la vita nella notte di venerdì, ricevendo messaggi di rispetto e ammirazione da tutta la Francia. Il presidente francese Emmanuel Macron gli ha reso pubblicamente omaggio in un comunicato, affermando che il tenente colonnello "è caduto da eroe e merita il rispetto e l’ammirazione dell’intera nazione e ha onorato la sua arma e il suo Paese".
Il bilancio finale dell'attentato sale quindi a quattro vittime e quindici feriti.


Segui Convenzioni Istituzioni su Facebook: