lunedì 11 giugno 2018

Droni e robot al posto dei cani da soccorso in caso di valanghe o terremoti

cane soccorso naso elettronico
Un gruppo di ricercatori del Politecnico di Zurigo hanno messo a punto il "naso elettronico", ovvero un sistema composto da alcuni microchip che, montato su robot e droni, potrebbe essere utilizzato al posto dei cani da soccorso ed essere in grado di ritrovare superstiti in caso di valanghe, terremoti e catastrofi naturali. 
Il "naso elettronico" è composto da sensori in grado di rilevare, attraverso ostacoli solidi, la presenza umana, captando determinati gas emessi dalla pelle e dal respiro, proprio come l'olfatto dei cani da soccorso. 
Questo sistema, riuscendo a scandagliare in tempi brevi vaste aree, potrebbe essere più efficace per individuare rapidamente dei superstiti  e riuscire a salvare un maggior numero di vite
I cani da soccorso hanno sempre fatto un lavoro eccellente e molte volte sono stati determinanti per il salvataggio di uomini, donne e bambini sotto le macerie o la neve. Integrare la tecnologia con gli animali darà sicuramente un risultato positivo per migliorare l'attività dei soccorsi.


Segui Convenzioni Istituzioni su Facebook: